L’Olimpico Tuona!!!

(fonte: calciomercato.it)

Olympia vola e schiaccia un Napoli rimaneggiato, ma in forma, che però non è bastato a fermare questa Lazio affamata di punti. Finisce 3-1 all’Olimpico.Gli uomini di Reja si portano a +6 dai Partenopei e a 3 lunghezze dall’Udinese uscito vincente nella partita del pomeriggio contro il Parma sempre per 3-1.

Prima del fischio d’inizio si parte con un minuto di raccoglimento in onore di Long John (Giorgio Chinaglia).

 

La partita comincia e dopo appena 9 minuti Candrea di collo destro insacca la sfera in porta complice anche un errore di De Sanctis che in modo goffo si accovaccia per bloccarla ma non riesce a fermarla.
La Lazio arretra, gli uomini di Mazzarri non ci stanno e partono all’assedio della porta bianco-celeste.

All’11esimo, Cavani, su passaggio di Pandev,prova a portare i suoi in pareggio, ma Marchetti compie il miracolo e respinge il pallone che si ritrova sui piedi di Hamsik il quale però spedisce la sfera affianco il palo sinistro.

 

La Lazio ora è sotto assedio, e il Napoli ci prova in tutti i modi, ma la buona retroguardia bianco-celeste stronca sul nascere ogni tentativo.

Al 34esimo però Campagnaro crossa da destra,Lavezzi riceve la sfera e di tacco la poggia a Pandev che non sbaglia e porta il risultato sull’ 1-1.

 

La partita continua senza guizzi eccessivi e al fischio finale le due squadre vanno negli spogliati con un parziale più che giusto.

Nella ripresa esce Hernanes per Gonzalez, ma è il Napoli a partire impetuoso, appena dopo 2 minuti dall’inizio del secondo tempo, ci prova Lavezzi a portare i suoi in vantaggio, con un tiro però che sorvola la traversa. Al 50esimo si rifà viva la Lazio: pasticcio difensivo nella difesa Partenopea e subito Candreva ne approfitta, ma De Sanctis respinge la sfera sul quale però si fionda Campagnaro anticipando Rocchi.

 

Al 69esimo dopo venti minuti senza situazioni pericolose, arriva il vantaggio tanto sospirato dalla Lazio.

Radu crossa da sinistra,Mauri lo vede, si coordina in volo e saetta la sfera in rete De Sanctis non può far altro che guardare.

Il Napoli è in bambola, Inler compie un goffo retropassaggio e Rocchi anticipa Britos che fa fallo. E’ Rigore.

Dal dischetto ci pensa Ledesma a porre i sigilli per la partita.

Finisce 3-1 e Olympia vola.

Puoi commentare, o collegare il post sul tuo sito.

Commenta