L’indomabile Catania non si ferma: 1-0 al Massimino

La scia positiva del Catania sembra inarrestabile. Liquidando i laziali per 1-0  il cammino verso l’Europa comincia ad essere reale e non più un sogno nel cassetto.

Il match comincia con un Catania travolgente che costringe gli uomini di Reja a una ritirata nella propria metà difensiva. al 12′ arriva la prima vera occasione, ma Gomez (ad un paio di metri dall’estremo difensore bianco-celeste), se la divora,spedendo  la sfera (ricevuta da sinistra su cross di Lodi) al lato, con un vano colpo di testa.

La Lazio però non ci sta e finamente dopo essere stata assediata dai siciliani si mostra pericolosissima al 23′. Un cross di Candreva permette ad Hernanes di passare in vantaggio, il quale però spedisce le speranze di passare in vantaggio al lato. Neanche il tempo di riprendere il fiato che i rossi-azzurri sussultano di nuovo. Ledesma con un lancio da manuale serve su un piatto d’argento Mauri che a tu per tu con il portiere catanese Carrizo, sfuma l’occasione sfiorando il palo sinistro.
Al 27′ Spolli riceve un ammonizione per un fallo di poco conto.
al minuto 31 Bergessio fa intravederedi nuovo il Catania che sembrava essersi spento: con un colpo di testa sfiora l’incrocio dei pali, rabbrividendo Marchetti che  può soltanto guardare.

Al 35′ sono ancora gli uomini di Montella a farsi sentire, Barrientos con un passaggio perfetto, trova Almiron che salta Marchetti ma si allunga troppo la palla spedendola oltre la linea di fondo.

Ai minuti di recupero ci pensa Carrizo a fermare i sogni laziali, intercettando un cros insidioso per Dias.

Il primo tempo si chiude sullo 0-0.Una partita equilibratissima dove entrambe le squadre hanno avuto più occasioni per portarsi in vantaggio.

La ripresa si apre senza cambi con entrambi gli allenatori fiduciosi della propria squadra. Il Catania riprende le redini della partita, ma al 54′ è la Lazio ad insidiarsi tra la difesa catanese: Hernanes con un potente sinistro spedisce la sfera sul primo palo e mette in serie difficoltà Carrizo che è costretto a parare in due tempi.

Al 58′ Klose si divora un goal già fatto, scattando sul filo del fuorigioco prende possesso della sfera ritrovandosi a tu per tu con il portiere catanese nell’area di rigore, ma tiene troppo palla e Legrottaglie riesce a rientrare togliendogli la sfera con una scivolata.

Dopo il clamoroso errore di Klose la partita si avvia su ritmi più blandi,interrotta solo da due sostituzioni per il Catania: Llama per Barrientos al 67′ e Ricchiuti al 75′ per Almiron.

Ma all’80’ arriva il goal-condanna per i biancocelesti. Su corner di Lodi, Legrottaglie fa esplodere il Massimino con un tiro di destro di controbalzo portando i suoi in vantaggio per 1-0.

Reja inserisce prima Rocchi (81′) e poi Kozak (85′),ma la Lazio è ormai stanca e il suo unico tentativo concreto arriva all’89’ su cross di Mauri,nel quale Lodi interviene e rischia l’autogol prendendo il palo.

La partita finisce così con un Catania sempre più convicente partita dopo partita e una Lazio che si morde le labbra per l’occasione sfumata, la quale ora trema in attesa del risultato del match di stasera tra Udinese e Napoli.

 

Statistiche

Catania                                Lazio

49%
Possesso palla
51%
7
Tiri
6
3
Tiri in porta
1
4
Tiri fuori
5
24
Punizioni
19
4
Calci d’angolo
0
3
Fuorigioco
1
28
Rimesse laterali
24
1
Parate
2
7
Rimesse dal fondo
9
16
Falli
23
2
Cartellino giallo
3

 


Puoi commentare, o collegare il post sul tuo sito.

Commenta