Lazio, contro i viola perde e finisce in 9


Biancocelesti sconfitti 2-0 dalla Fiorentina. Espulsi Ledesma ed Hernanes. Peri i viola al gol Ljajic e Luca Toni

 

Biancocelesti discutono con l'arbitro Bergonzi (Ansa)Biancocelesti discutono con l’arbitro Bergonzi 

ROMA – Due espulsi, Henanes e Ledesma, un gol regolare annullato a Mauri, un rigore sbagliato dal viola Matias Fernandez e uno non concesso alla Lazio per fallo di mano di Cuadrado nella sua area su cross di Lulic: la squadra di Petkovic perde 2-0 in casa della Fiorentina di Montella in una partita nella quale succede di tutto, errori dell’arbitro Bergonzi compresi. 

«ARRABBIATO» – «Direzione non uniforme, sono arrabbiato con i miei giocatori, ma complimenti alla Fiorentina», il commento a caldo del tecnico della Lazio. Ci pensano Ljajic e Toni a fare la differenza, il primo segna con un gran tiro in chiusura di primo tempo, ma con Jovetic che, in fuori gioco, oscura la visuale di Bizzarri. E il secondo realizza girandosi nell’area piccola al noventesimo, ormai a cose fatte. Nel mezzo ci sta tutta la giornata della Lazio, praticamente assente dal campo nei primi 45′ e tornata «dominatrice», ma senza frutto, nella ripresa.

 

Il gol di Toni (Ap)Il gol di Toni 

MAI PARI – Per la Lazio è la terza sconfitta in nove partite, uno score bilanciato dalle sei vittorie che si traducono nel quarto posto in classifica a 18 punti e confermano che la squadra biancocelste non sa pareggiare. Petkovic si riporta a Roma la certezza di avere un ottimo portiere di riserva, Albano Bizzarri, artefice di un paio di parate miracolose, soprattutto quella nel primo tempo sulla punizione di Pasqual. Gli altri, invece, hanno tutti più o meno tradito, complice forse la fatica dell’impegno di giovedì in Europa League ad Atene: Hernanes, rosso diretto per un intervento a forbice su Cuadrado, e Ledesma, fuori per un fallo di mano e uno sgambetto sempre sull’esterno destro viola, all’Artemio Franchi non girano e mercoledì sera contro il Torino all’Olimpico non potranno giocare. 

 

La gioia dei viola (Ansa)La gioia dei viola 

VERSO IL TORINO – Mauri e Lulic non stanno bene e si vede, e Klose, anche lui recuperato in extremis, non solo si mangia un gol fatto, ma non riesce mai ad entrare effettivamente in partita come al suo solito. Nel forcing finale, in nove uomini, Petko manda in campo Brocchi e Rocchi, rispettivamente alla seconda presenza e all’esordio stagionale. Messaggio di panchina corta al presidente?

Puoi commentare, o collegare il post sul tuo sito.

Commenta