Notizie in evidenza

Lotito: Arbitri porta inadatti Serve moviola in campo


Il presidente biancoceleste: «Li ho sperimentati sulla mia pelle: in Europa League due anni un giudice di porta non dette un fallo evidentissimo su Zarate. Gli uomini non sono macchine e possono fare degli errori. Bisogna dare certezza del giudicato»

Lotito: Arbitri porta inadatti Serve moviola in campo

ROMA - “La moviola in campo è indispensabile. Ho sempre detto che i giudici di porta erano inadatti”. Lo ha dichiarato il presidente della Lazio Claudio Lotito, entrando in Federcalcio per il consiglio federale. “Li ho sperimentati sulla mia pelle: in Europa League due anni un giudice di porta non dette un fallo evidentissimo su Zarate. Gli uomini non sono macchine e possono fare degli errori. Bisogna dare certezza del giudicato”.“La moviola in campo è indispensabile, così si evitano recriminazioni”. ”Gli errori incidono in maniera determinante sul campionato: avere tre punti e non averli equivale a sei punti - ha aggiunto Lotito -. Sono convinto che la moviola in campo sia indispensabile così si evitano interpretazioni e recriminazioni e si dà certezza del giudicato”“La partita di Firenze l’hanno vista tutti, ma le valutazioni non spettano a me perché sono un componente dell’organo istituzionale e le disquisizioni non vanno fatte a livello mediatico - ha rilevato il numero uno biancoceleste oggi in Federcalcio nella veste di consigliere federale -. Ma nel momento in cui qualche squadra fa appelli antecedentemente alla gara si creano poi condizioni di svantaggio nei confronti dell’avversario”, l’aggiunta, in riferimento al ds della Fiorentina Daniele Pradè che nei giorni precedenti alla partita con i laziali si era lamentato degli arbitri. ”Per evitare problemi e recriminazioni che fanno male alla credibilità del sistema occorre risolverli con un mezzo tecnico considerato da tutti obiettivo che dà maggiore autenticità alle scelte, non viziate da errori e condizionamenti psicologici”, ha concluso Lotito. “È inutile predicare valori dello sport basandosi sul rispetto dell’avversario e del merito, ci deve essere par condicio per tutti: il merito in campo non deve arrivare da un errore arbitrale”, ha concluso il patron biancoceleste.

SULLA MOVIOLA IN CAMPO -  “Prima volevamo gli arbitri addizionali, ora chiederemo la moviola in campo ma tanto ci sarà sempre un problema”. Lo ha dichiarato il presidente della Lega di B, Andrea Abodi entrando nella sede della Federcalcio dove è in corso il consiglio federale, in merito alle polemiche che hanno coinvolto ieri la classe arbitrale. “Anche la macchina sbaglia perché è gestita dall’uomo - ha rilevato Abodi -. È un problema di mentalità e di cultura: il modo per superare queste situazioni, non è evitare che ci siano questi errori ma con quale stato d’animo ci confrontiamo con l’errore. Le polemiche fanno parte del nostro mondo e bisogna conviverci, serve serenità ma non è facile di questi tempi”.“Capisco l’amarezza di un errore ma in altri sport, di fronte all’errore c’è una capacità di rispetto per chi lo commette, sia esso la macchina o l’uomo, che noi ancora non abbiamo”, ha concluso il numero uno della della Lega cadetta.

Fiorentina-Lazio 2-0 [Video]


Nuovo video sugli highlights della partita disputata tra Fiorentina e Lazio conclusasi con la vittoria della Fiorentina 2-0

Lazio, contro i viola perde e finisce in 9


Biancocelesti sconfitti 2-0 dalla Fiorentina. Espulsi Ledesma ed Hernanes. Peri i viola al gol Ljajic e Luca Toni

 

Biancocelesti discutono con l'arbitro Bergonzi (Ansa)Biancocelesti discutono con l’arbitro Bergonzi 

ROMA - Due espulsi, Henanes e Ledesma, un gol regolare annullato a Mauri, un rigore sbagliato dal viola Matias Fernandez e uno non concesso alla Lazio per fallo di mano di Cuadrado nella sua area su cross di Lulic: la squadra di Petkovic perde 2-0 in casa della Fiorentina di Montella in una partita nella quale succede di tutto, errori dell’arbitro Bergonzi compresi. 

Leggi tutto »

Fiorentina-Lazio 2-0/ Rabbia e accuse Gol regolare di Mauri, l’arbitro annulla


Dopo il rigore sbagliato di Mati Fernandez, viola in vantaggio grazie ad un tiro imparabile di Ljajic dal limite in pieno recupero

FIRENZE – La Lazio lascia Firenze con una sconfitta che fa male e apre una settimana di polemiche. La squadra era nervosa e forse nel primo tempo ha concesso troppo alla Fiorentina, ma la partita è stata decisa da alcuni episodi: tutti contro la Lazio.

L’arbitro Bergonzi ha annullato un gol regolare di Mauri, che aveva rimesso il risultato in parità dopo il capolavoro da fuori area di Ljajic. Un altro episodio è sotto accusa: il fallo di mani di Cuadrado, che poteva essere punito con un calcio di rigore e invece l’arbitro ha lasciato correre. La Lazio si è innervosita e ha chiuso in nove con le espulsioni di Ledesma e Hernanes.

Leggi tutto »

Lazio, omaggio a Mirko Fersini


Mirko Fersini

Il campo principale di Formello intitolato al giovane scomparso

 Mirko Fersini e la Lazio, insieme per sempre. Oggi pomeriggio, il campo centrale del centro sportivo di Formello è stato intitolato al giovane terzino degli Allievi Nazionali scomparso ad aprile in un incidente stradale. E a far sentire la propria vicinanza ai genitori e ai parenti della diciassettenne promessa del vivaio biancoceleste, in una commovente cerimonia che ha preceduto la partita della Primavera contro il Crotone, c’era tutto il mondo Lazio: dal presidente Claudio Lotito al ds Igli Tare; dai tecnici degli Allievi e della Primavera, Simone Inzaghi e Alberto Bollini, agli ex compagni di squadra. C’erano anche Bruno Giordano, nella veste di genitore di uno di quei ragazzi, e tanti, tanti tifosi.

«Con molta commozione vogliamo ricordare uno splendido ragazzo – ha spiegato Lotito -. All’insegna della sua memoria noi vogliamo continuare ad educare i giovani ai valori dello sport. Mirko ha lasciato un grande vuoto nella famiglia biancoceleste. Oggi siamo qui per testimoniare il nostro ricordo perenne: chiunque giochi in questo campo si ricordi che tutti dobbiamo crescere nel dare l’esempio e nel sacrificarsi come ha fatto lui». «Ho partato tante volte Mirko qui ad allenarsi e qui ha giocato anche contro la prima squadra – è il ricordo della mamma del calciatore -. Questo è il massimo che potevamo avere. Era un ragazzo diligente e facevo questo con una dedizione totale. Devo dire solo grazie alle società». In occasione di Lazio-Torino, inoltre, il classico volo prepartita di Olympia sarà dedicato a Mirko: un modo ulteriore per sentirsi più vicini al giovane aquilotto.

Lazio, a Firenze c’è solo Klose Smaltito l’infortunio, domani in campo


Miroslav Klose

Il capocannoniere del campionato, in tribuna ad Atene, è l’unica opzione in attacco per i biancocelesti

Il caso-Klose agita la Lazio che, intanto, spera di averlo in campo a Firenze. La società ha gestito male la situazione, alimentando dubbi e timori sulla condizione dell’attaccante al quale andava comunque risparmiato il faticoso viaggio in Grecia. Proprio per averlo fresco e pronto per domani. Prima il permesso per andare in Germania, quindi l’arrivo ad Atene il giorno dopo i compagni, infine la tribuna. E, per chiudere, la sorprendente rivelazione di Petkovic, a fine partita, circa un problema fisico, che ne metterebbe a rischio anche l’impiego in campionato. E’ chiaro che qualcosa non ha funzionato e che ci sono state delle palesi incongruenze che non possono essere ascritte – come ha fatto frettolosamente e superficialmente il presidente Lotito – alla stampa. Bisogna crescere in tutto, anche nella capacità di gestire il più forte calciatore della squadra e tutto quello che lo circonda.

Calcio: Petkovic, Lazio deve volere sempre di più



”La Lazio deve volere sempre di piu’, deve cercare di dominare per 90 minuti. Puo’ soffrire, ma deve rialzarsi e colpire”. La Lazio di Vladimir Petkovic fa visita alla Fiorentina ”con l’obiettivo di fare punti”. I biancocelesti tornano a concentrarsi sul campionato dopo il pareggio per 1-1 sul campo del Panathinaikos in Europa League. ”Finora abbiamo visto una Lazio in costante crescita, ma allo stesso tempo sappiamo che ci sono ancora tanti margini di miglioramento. Non possiamo accontentarci e questo e’ un aspetto fondamentale a livello psicologico: la Lazio deve volere sempre di piu”’, dice il tecnico bosniaco.

”La sfida con la Fiorentina e’ una delle piu’ interessanti del campionato. Si affrontano due squadra in forma, il lavoro di Montella sta dando frutti: la sua e’ una formazione tosta, in casa e’ molto aggressiva -prosegue riferendosi all’avversario di turno-. Non sara’ un match facile, la Fiorentina oltretutto ha potuto preparare l’impegno per una settimana”. ”Di sicuro non ci saranno Marchetti ed Ederson, faro’ il massimo per recuperare tutti gli altri”, dice riferendosi all’organico a disposizione.

Fonte Euro Sport

Montella: «La Lazio? Non è un derby ma voglio vincere»


Il tecnico della Fiorentina: «Contro i bianconcelesti mi sono tolto molte soddisfazioni.Non sarà una sfida facile»

Montella: «La Lazio? Non è un derby ma voglio vincere»
FIRENZE - Vincenzo Montella ha incontrato i media nella conferenza stampa della vigilia di Fiorentina-Lazio. «Ho diverse soluzioni in attacco. Non voglio dare vantaggi all’avversario e non darò anticipazioni in merito. Aquilani? E’ un giocatore che può alzare il livello della squadra. Però non so quanti minuti abbia realmente nelle gambe. Chi ha giocato al posto suo in questi primi incontri ha fatto comunque molto bene».


Leggi tutto »

Calcio: Europa League. Panathinaikos-Lazio 1-1


Calcio: Europa League. Panathinaikos-Lazio 1-1

La Lazio sciupa l’occasione di portare via i tre punti dalla trasferta di Atene, raggiunta nel finale sull’1-1 dal Panathinaikos nel match valido per il terzo turno del Girone J di Europa League. Petkovic cambia solo tre undicesimi della formazione titolare e gioca la propria partita, trova un vantaggio abbastanza fortunoso al 25′ con l’incredibile autorete di Seitaridis, poi controlla agevolmente e fallisce anche qualche buona occasione per raddoppiare. Nel finale del secondo tempo, pero’, commette qualche fallo di troppo, consente ai verdi di Ferreira di cercare il pareggio su punizione. Pari che, poi arriva al 46′ con il neo entrato Toche’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 3′ Candreva prova la conclusione dalla distanza e Karnezis si salva in tuffo, in angolo. Al 13′, destro di Mauri dal limite sinistro dell’area, fuori di poco.

Lazio, pari beffa ma resta prima Petkovic: «Così non va bene»


EUROPA LEAGUE – IL GIRONE J: LAZIO SEMPRE IN TESTA CON 5 PUNTI

Biancocelesti raggiunti al 90′ dal Panathinaikos.

La rabbia del tecnico: «Abbiamo giocato solo 25 minuti»

 

Petkovic (Lapresse)Petkovic (Lapresse)

La beffa arriva alla fine. Grazie ad un goffo autogol di Seitaridis la Lazio aveva cullato il sogno di ottenere il massimo con il minimo. Anzi, meno del minimo visto che nessun laziale ce l’ha fatta ad andare in rete: battere il Panathinaikos, staccare le altre e ipotecare il passaggio del turno. Il tutto condito con una spruzzata di turnover per razionalizzare le forze in prospettiva Fiorentina.


Leggi tutto »